Monte Massico

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Print this page

PAGINA IN AGGIORNAMENTO!

CI SCUSIAMO PER IL DISAGIO E PER LA NON COMPLETEZZA DELLE INFORMAZIONI

RITORNA A FARCI VISITA AL PIU’ PRESTO PER VERIFICARE LO STATO DI AGGIORNAMENTO DELLE SEZIONI DEL SITO!

Lo Staff dell’Ente Riserve


 

Natura mozzafiato e accoglienza DOC
Qui il dio Bacco,comparve sotto mentite spoglie ad un agricoltore di nome Falerno, che, nonostante la sua umile condizione, lo accolse offrendogli tutto quanto aveva, latte, miele e frutta.

 

Bacco, commosso, trasformo’ tutto il declivio del monte Massico in un florido vigneto, dando inizio alla storia più bella che mai un vino abbia potuto raccontare. Particolarmente consigliati i percorsi con visite guidate.

Il gruppo del Monte Massico è una catena di rilievi che partendo dalle pendici del vulcano di Roccamonfina, arriva alla costa tirrenica.Si può dividere, dal punto di vista strutturale e morfologico, in due parti: una costituita quasi esclusivamente da  rilievi calcarei dolomitici, la seconda costituita da terreni flyschioidi terziari.

La vegetazione del Monte Massico. tipicamente mediterranea è caratterizzata dalla presenza di specie arbustive quali Mirto, ligustro, lentisco,e corbezzolo.

Tra le specie arboree ci sono il leccio, l’orniello, il carpino, la roverella, il sambuco, il cipresso,e varie specie di pino mediterraneo.

Tra le 90 specie di uccelli censite, fra i più comuni ricordiamo: la poiana, il gheppio, la civetta, il chirulo, il cuculo, lo svasso  maggiore, la falanga, il cavaliere d’Italia, e l’airone cenerino.