I Variconi

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn3Print this page

IN EVIDENZA!

 Articolo di Alessio Usai pubblicato sulla Rivista “Quaderni di Birdwatching” edita dalla Associazione EBN Italia. Fotografie di Maurizio De Vita.


Natura, Birdwatching e Fotografia naturalistica nell’Area Umida più importante della Campania

Una delle ultime aree umide d’Italia, Zona a Protezione Speciale per l’elevato numero di uccelli migratori, se ne contano oltre 220 specie, e Sito di Interesse Comunitario. Un’emozione unica! Un percorso naturalistico dedicato al birdwatching ed alla fotografia naturalistica, con passerelle e capanni per gli avvistamenti.

I Variconi sono ubicati sulla riva sinistra della Foce del Fiume Volturno, a poca distanza dal centro storico del Comune di Castel Volturno e sono inseriti nel sistema ambientale del litorale domizio.

Si estendono dalla linea di battigia e per circa un chilometro e mezzo verso l’entroterra, attraversando una successione di ambienti di primaria importanza: duna embrionale, stagni salmastri retrodunali, ampi e fitti canneti e giuncheti, per poi concludere con i prati allagati. Sono habitat ormai quasi scomparsi in Regione Campania e qui si presentano ancora ben intatti e ricchi di biodiversità.

I Variconi rappresentano il biotopo palustre più importante della Campania, quest’area umida è, pertanto, individuata e tutelata come tale dalla Convenzione di Ramsar.

ZPS, Zona di Protezione Speciale per l’elevato numero di uccelli migratori che qui vi transitano, di cui molte specie sono presenti nella Direttiva 2009/147/CEE.

SIC, Sito di Importanza Comunitaria per la presenza di habitat prioritari di conservazione secondo la Direttiva 92/43/CEE.

L’intera area ha una superficie di circa 194 ha di cui il 40% è occupato da due piccoli stagni costieri salmastri comunicanti tra loro, in parte alimentati dalle acque del Volturno e con apporto di acqua marina causato dai flussi di marea.

Airone guardabuoi (Ph. Giuseppe Farace)La flora è ricca, contando oltre 200 specie che ben si distribuiscono in questo piccolo spazio, comprendendo specie ormai rare in l’Italia come l’Orchidea palustre (Anacamptis palustris) e la Mestolaccia minore (Baldellia ranunculoides).

La posizione lungo la costa tirrenica, la vicinanza del mare, l’essere in linea con le principali rotte migratorie, l’essere un’area umida, rende “I Variconi” uno stop-over site (sito di sosta temporanea) fondamentale durante le migrazioni, sia quella primaverile che quella autunnale, ospitando importanti contingenti di uccelli migratori, che si affollano negli stagni e ne riempiono canneti e tamerici.


Tarabusino (Ph. Giuseppe Farace)Altre Risorse nel Sito

ZPS IT8010018 Variconi

SIC IT8010028 Foce Volturno-Variconi

Area Umida Ramsar 3IT050 Variconi

Comune di Castel Volturno

 

 


Come raggiungere il Sito


 

 Articoli correlati

Oasi dei Variconi. Un percorso naturalistico a due passi dalla città di Napoli” -