Lago Patria

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn0Print this page

PAGINA IN AGGIORNAMENTO!

CI SCUSIAMO PER IL DISAGIO E PER LA NON COMPLETEZZA DELLE INFORMAZIONI

RITORNA A FARCI VISITA AL PIU’ PRESTO PER VERIFICARE LO STATO DI AGGIORNAMENTO DELLE SEZIONI DEL SITO!

Lo Staff dell’Ente Riserve


 

LAGO PATRIA. Scipione l’Africano ci venne in esilio volontario e dalla frase sulla sua tomba: “Ingrata Patria, non avrai le mie spoglie!” ne derivò il nome. Rifugio di numerose specie di uccelli, sia stanziali che migratori. Nel bacino di acqua salmastra troviamo diverse specie di mare quali spigole, cefali, orate e anguille.

 

La Riserva Naturale Regionale “Fece Volturno – Costa di Licola” comprende il Lago Patria, la foce del Volturno e la costa sabbiosa che si estende tra le due. Si sviluppa su un area di circa 1550 ha tra i comuni di Castel Volturno in provincia di Caserta, Giugliano in Campania.

Sia nei mesi invernali che nel periodo migratorio,è possibile osservare il Cormorano. Specie molto presenti sono: Airone cenerino, Garzetta, airone rosso, Sgarza a ciuffetto, Airone guardabuoi e tarabusino. questa zone sono frequentate anche da specie di rapaci come il Falco della palude, il Falco pescatore e il Gufo di palude. In primavera ed estate è possibile osservare l’Upupa, che nella riserva transita durante la migrazione e nidifica.

Il territorio è principalmente caratterizzato da un’area costiera depressa a sud del corso del fiume Volturno, costituita da vari metri di sedimenti alluvionali del Quaternario prevalentemente limosi, argillosi, sabbiosi, accumulatisi nelle ultime migliaia di anni, da un’area costiera retrodunale depressa, in gran parte al di sotto del livello del mare e un’area in corrispondenza della spiaggia e delle dune, più elevata topograficamente, formata da sabbie costiere di duna e cordone litorale aventi spessore complessivo anche superiore a 15 metri.


Le zone della pineta sono caratterizzate dalla presenza di differenti tipi di vegetazione tipicamente mediterranee. Tra le aree rimboschlte a Pino domestico (Pinus Pinea) ritroviamo vegetazione arborea come il Leccio, zone a vegetazione arbustiva con presenza di Cisto, Corbezzolo, Lentiscc e Mirto. Le comunità erbacee sono composte prevalentemente da specie tercfttiche piante annuali che passano lo stagione avversa sotto forma di seme.
E’ da sottolineare lo presenza del Giglio marino specie tipica delle coste sabbiose,che si può osservare in fioritura nel periodo estivo.


Come raggiungere il sito: